matera european capital of culture
  • by

Matera Capitale Europea della Cultura 2019

Con la cerimonia inaugurale del 19 gennaio 2019, inizia l’anno di Matera Capitale Europea della Cultura.
Una programmazione costante per 48 settimane, con 50 produzioni e co-produzioni culturali, oltre a cinque grandi mostre.
Lo slogan di tutto il programma culturale è “Open Future”, un connubio fra innovazione, collaborazione e tradizione millenaria.

Programma ufficiale Matera 2019

Il calendario è in costante aggiornamento

> clicca qui

Per accedere a tutti gli eventi durante l’anno, bisognerà acquistare un passaporto ad € 19.
Con l’acquisto del Passaporto per Matera 2019 hai il diritto a partecipare a tutti gli eventi del programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.
Per alcuni eventi è necessaria la prenotazione, scegli a quali vuoi partecipare e riserva il tuo posto.

> clicca qui

Un’installazione d’Arte Contemporanea di Georgina Starr
da sabato 16 marzo 2019
dalle 12.30 alle 13 e dalle 18 alle 18.30, tutti i giorni.
Sextantio le Grotte della Civita
Via Civita, 28, 75100 Matera MT

Accoglienza, incontro, convivenza. I tre valori fondanti del concetto di Matera Alberga declinati da sei artisti negli spazi di altrettanti hotel sparsi per la città. Installazioni e opere creano un ponte tra la civiltà rupestre e quella contemporanea.

Per l’Hotel Sextantio, Georgina Starr, a cura di Francesco Cascino, focalizza la sua ricerca sul tema dell’evocazione sonora di un testo di Nietzsche. Inoltre, le grotte della Civita le hanno ricordato un testo di Cesares nel quale si racconta di un uomo che, solo su un’isola, inventa una macchina del tempo, una sorta di registratore eterno di eventi della sua vita. Per Georgina, la Storia non fa che catalogare per piccole sintesi le vite delle persone quindi nasconde la verità reale e quotidiana. L’artista mette a punto un dispositivo da cui si può ascoltare un testo originale che ferma la memoria dei visitatori a quell’istante, per renderla indelebile e far loro immaginare di essere parte di quelle memorie.